Chi non vorrebbe, visto il momento di crisi economica in cui stiamo vivendo, comprare casa a un prezzo inferiore rispetto a quello del mercato? Probabilmente tutti quelli che, nei progetti attuali o futuri, sono intenzionati all’acquisto di un’abitazione.

Un’opportunità interessante in questo senso arriva dalle aste giudiziarie. Dove è possibile, in media,risparmiare il 30% rispetto al prezzo reale sul mercato. Certo, bisogna avere pazienza: prima, per trovare l’immobile adatto alle proprie esigenze; poi, per sapere sfruttare l’occasione giusta.
Ovviamente l’asta va abbandonata se dal prezzo iniziale (quello a cui viene fissata l’asta) si arriva a una cifra troppo elevata per le proprie possibilità. 

Non solo: non bisogna sottovalutare altri aspetti, come ben sottolineano gli esperti. Ovvero quelli che, da anni, per lavoro seguono le aste giudiziarie e hanno deciso di mettere a disposizione dei privati l’esperienza maturata. 

Due esempi: uno al Nord e uno al Sud del nostro Paese. L’agenzia immobiliare Cierre 2, che opera a Udine e nella provincia, oltre all’attività tradizionale da circa due mesi ha creato un vero e proprio servizio dedicato all’acquisto di immobili alle aste. E le richieste di informazioni sono schizzate alle stelle. 

In molti – spiegano i soci Matteo Rizzo e Marco Coren - hanno deciso di contattarci per sfruttare questa opportunità. Diversi sono già anche riusciti a trarne vantaggio: la scorsa settimana ad esempio una famiglia è riuscita ad acquistare un appartamento a Udine del valore di mercato di 100mila euro a soli 70mila euro.  Decisamente un bel risultato.
Per le persone oggi investire nel mattone in città e provincia risulta particolarmente difficile a causa della crisi economica.
Stampa e televisioni evidenziano la drammatica situazione finanziaria mondiale in cui ci troviamo scoraggiando anche i più ottimisti e tutto ciò inevitabilmente influisce sull’andamento del settore immobiliare.

Da qui l’idea: mettere a disposizione dei privati un’esperienza decennale nel campo delle aste giudiziarie, fornendo delle consulenze gratuite a 360° a chiunque sia interessato ad acquistare immobili ad un prezzo decisamente inferiore (pari in media al 30%) rispetto a quello di mercato.
Fino a poco tempo fa – spiegano i soci dell’agenzia – il mercato delle aste, pur essendo aperto a chiunque, restava una prerogativa degli speculatori immobiliari, che acquistavano immobili per poi rivenderli traendone profitto. Tutto ciò soprattutto perché era davvero complicato avere informazioni trasparenti sugli edifici.

Oggi non è più così: diverse leggi hanno resto le aste giudiziarie degli immobili accessibili a tutti. Innanzi tutto è possibile effettuare, previo appuntamento, levisite agli immobili accompagnati dal custode del tribunale. I dati delle perizie degli immobili, poi, sonoconsultabili gratuitamente on line. 

Eppure per i privati ci possono ancora essere delle insidie: non sempre infatti le case all’asta sono libere da tutti i vizi e le pendenze, come ad esempio eventuali cause civili ancora in corso oppure sequestri conservativi. Le perizie vanno quindi analizzate con attenzione da persone competenti.

L'Osservatorio Statistico ha lo scopo di pervenire, con la minore approssimazione possibile, a una valutazione del possibile prezzo di aggiudicazione. Questo significa ridurre di molto le demoralizzanti partecipazioni a vuoto e aumentare le possibilità del buon esito dell'operazione.

Inoltre, è possibile anche risparmiare denaro: avere il supporto di professionisti consente di risparmiare, in alcuni casi, anche decine di migliaia di euro.
La valutazione dell’immobile, poi, avviene correttamente secondo il valore del mercato e senza sovrastime.
Non solo: i consulenti assistono il privato anche nelle fasi più critiche dell'operazione di acquisto e si occupano di tutta la burocrazianecessaria.
Ma soprattutto i rischi sono minori perché, come già sottolineato in precedenza, un professionista evita di scegliere immobili che nascondono difetti o problemi.

Non bisogna dimenticare però che acquistare abitazioni alle aste giudiziarie non è che la punta di un iceberg che comprende molte altreoperazioni immobiliari che gravitano intorno ai fallimenti.
Una di questi è lo stralcio, ovvero un accordo che avviene prima che l’immobile vada all’asta. In questo caso una persona si impegna, in accordo con gli esecutati, a saldare i debiti con i creditori e, in cambio, ottiene la proprietà dell’edificio.
L’importante è avere la mentalità giusta, allargare le proprie vedute e acquisire nuove conoscenze. Perché come dice un noto proverbio popolare: Chi non risica non rosica. E forse qui da rosicare c’è parecchio...

Leggi l'intero articolo su www.lavorincasa.it
 
Top