I programmi informatici che consentono il monitoraggio della posta elettronica e degli accessi ad internet violano, da un lato, l'art. 8 Stat. Lav. - L. n. 300/1970,posto che il monitoraggio e la conservazione per un certo lasso di tempo dei dati acquisiti può concretare trattamenti dei dati sensibili che consentono al datore di lavoro di acquisire indicazioni sulle "opinioni politiche,
religiose o sindacali" del singolo dipendente o, più in generale, su altri interessi o fatti estranei alla sfera "dell'attitudine professionale" cui l'art. 8 rigorosamente limita il diritto d'indagine del datore; dall'altro, l'art. 4 dello stesso Statuto, ove non sia attivata la procedura prevista per l'istallazione delle apparecchiature necessarie per soddisfare esigenze aziendali di cui al comma 2, posto che certamente sono strumenti idonei ad attuare un controllo a distanza dell'attività dei lavoratori.
 
Top