E' pacifico ritenere che l'azione risarcitoria promossa dall'attrice, per la cui cautela è stata richiesta la misura del sequestro conservativo, fa sorgere dal lato passivo un'obbligazione solidale per cui il creditore può agire nei confronti di ciascuno per l'intero sia nella fase di merito che in quella cautelare ad essa strumentale,
atteso che nelle obbligazioni solidali non sussiste ipotesi di litisconsorzio necessario, in quanto l'obbligazione solidale non fa sorgere un rapporto unico ed inscindibile (cfr Cass. civ n. 3553/08; Cass. Civ. n. 10042/06; Cass. Civ n. 8105/2006 ed ancora cfr Cass. Civ. n. 11952 del 17/05/2010 che pur essendo in tema di illecito diffamatario esprime un principio applicabile al caso in esame, ove viene in rilievo un caso di imputazione a più persone di un fatto illecito uni soggettivo e non a concorso plurisoggettivo necessario, quale è il reato di gestione di discarica abusiva di rifiuti).
 
Top