La realizzazione di un efficace modello di organizzazione e gestione ai sensi del D.Lgs. 231/01 richiede diverse competenze integrate: legali, societarie, organizzative e di risk management.

Proprio da questi presupposti abbiamo sperimentato e messo a punto una metodologia efficace e snella per un reale controllo dei processi a rischio, sempre rivolta alle esigenze di efficienza e profitto del cliente.

Tale metodologia è stata sperimentata e tarata anche per valorizzare al massimo le affinità tra il modello di organizzazione e gestione individuato dal D.Lgs. 231/01 e un eventuale sistema qualità già presente in azienda.
Il nostro approccio prevede le seguenti macro fasi:




  1. IDENTIFICAZIONE DEI RISCHI
  2. VALUTAZIONE DEI RISCHI
  3. DEFINIZIONE DEL SISTEMA DI CONTROLLO
  4. ORGANO DI VIGILANZA
  5. VALUTAZIONE E REVISIONE DEL RISCHIO
  6. FORMAZIONE

1. Identificazione dei rischi: dopo un attento esame delle attività e dei processi aziendali si devono identificare le posizioni organizzative assoggettate al rischio reato e le modalità di commissione del reato stesso.

2. Valutazione dei rischi: i rischi individuati nella prima fase devono essere valutati sulla base della probabilità di accadimento al fine di valutare le eventuali carenze presenti nei controlli esistenti.

3. Definizione del sistema di controllo: introduzione e coordinamento del sistema dei controlli del rischio reato quali, codice di comportamento, poteri autorizzativi, procedure manuali e informatiche. In questa fase è importante anche la comunicazione a tutti i livelli dell'organizzazione aziendale del sistema di controllo adottato e l'introduzione del sistema disciplinare.

4. Identificazione di un Organismo di Vigilanza: Individuazione di un organo aziendale che abbia le competenze per poter controllare il processo e definizione esplicita di compiti e responsabilità dell'organo medesimo.

5. Valutazione e revisione del modello: valutazione periodica dell'efficacia del modello ed esame di eventuali azioni correttive.

6. Formazione: realizzazione di sessioni formative a tutto il personale (dirigente e non) anche attraverso piattaforme di e-learning al fine di rendere realmente efficace il modello organizzativo introdotto.

 
Top