(Cpc, articoli 215 e 634;Cc, articolo 2702) Il rilascio della quietanza nonrichiede forme particolari, sicché essa può essere contenuta anche nella fattura che il creditore invii al proprio debitore in ottemperanza alle norme fiscali e risultare da qualsiasi, non equivoca attestazione dell’adempimento dell’obbligazione, come l’annotazione «pagato» o altra equivalente, apposta sulla fattura, che riveli sia l’ammontare della somma pagata, sia il titolo per il quale il pagamento è avvenuto, sempreché tale annotazione sia sottoscritta dal soggetto da cui essa proviene, solo in tal modo potendo rivestire l’efficacia probatoria privilegiata propria della scrittura privata, a normadell’articolo 2702 del codice civile. 


Sezione II, sentenza 31 ottobre 2011 n. 22655 - Pres. Oddo; Rel. Matera; Pm (diff.) Russo; Ric. Alimer planet Sas in liquidazione; Controric. Di Donna
 
Top